CONDIVIDERE

Agenpress.it e Retewebitalia.net un passo avanti è stato fatto nella “libera comunicazione”.

Retewebitalia.net, con gli attuali 60 quotidiani on-line consorziati, è divenuta una realtà editoriale e ha tracciato un solco nella comunicazione in modo da non accettare imposizioni di notizie così velate da sembrare indipendenti, ma in verità utili soltanto agli interessi economici e politici di alcune “corporazioni” editoriali.

Purtroppo l’interferenza sui media e la concentrazione di “pochi proprietari” sulla maggior parte delle testate italiane ha causato e causa un’informazione usata e soprattutto abusata.

Per fortuna una scossa nella paludata informazione è avvenuta dalla collaborazione tra Agenpress.it e Retewebitalia.net che in questo modo si sono ritagliati un’indipendente posizione editoriale di tutto rispetto. Quindi onore a tutte quelle testate on line che resistono a tutte “quelle pressioni e ingerenze” che abitualmente condizionano l’informazione.

L’Agenzia di stampa Agenpress.it ha sempre cercato di assicurare un’informazione plurale e non singolare, perché soltanto in questo modo la stampa online potrà essere alternativa e permettersi il lusso di disubbidire, quando Altri dovranno o saranno costretti ad obbedire.

Assicurare il pluralismo delle notizie è: espressione della libera manifestazione del pensiero e garanzia del fondamentale diritto del cittadino all’informazione. Solo in questo modo il lettore è in condizione di compiere le proprie valutazioni pur avendo punti di vista e orientamenti culturali e politici differenti.

A proposito del pluralismo dell’informazione ci piace ricordare e concordare con una frase di Leonardo Sciascia, che in merito alla quantità di Tv private che stavano nascendo nei primi anni ‘80 disse: “Voglio avere 100 canali televisivi, ma la libertà di non vederne nessuno”.

The following two tabs change content below.