CONDIVIDERE

La festa delle luci – di Biagio Maimone
Articolo pubblicato sul quotidiano Metro il 20 dicembre 2018

Il Natale è, innanzitutto, una festa dell’anima: con esso, difatti, si commemora la nascita di Cristo, che dovrebbe essere vissuta da noi cristiani in raccoglimento , pregando . Occorre, d’altra parte, riflettere su cosa rappresenti la nascita per comprendere il senso della festa natalizia e la gioia a cui si inneggia, manifestata, da secoli, con l’addobbo di alberi , presepi e luminarie: è nato , difatti , il Salvatore dell’umanità (così riportano i Vangeli). La promessa del Regno di Dio si è resa concreta con la nascita di Gesù. Allora ha senso la gioia che inonda i cuori delle persone e che si manifesta nel colorare di colori sfavillanti , di musica e di pranzi luculliani i giorni natalizi. Non vi è dubbio che le luci colorate rallegrino le nostre anime , rendendo questa festa anche iridescenza colorata , che fa rispendere il buio dell’inverno, rendendolo meno triste. Certo, potrebbe rappresentare uno spreco di soldi per le amministrazioni comunali , tuttavia la felicità che sprigiona un evento così importante fa dimenticare il vile denaro. Si fanno tanti sprechi per cose anche inutili, per cui credo che qualche piccola cresta per le spese natalizie valga proprio la pena di farla.