CONDIVIDERE


“Agenpress. “Privatizzare i compiti dei guardiacaccia pubblici, ovvero gli agenti delle polizie provinciali, in materia di controllo faunistico delle specie problematiche per l’agricoltura è una falsa soluzione-tampone”.

L’art. 19 della legge venatoria statale 157/92 affida in primis agli agenti provinciali i compiti di controllo straordinario (nei periodi e nelle zone di divieto venatorio ) degli esemplari di specie che arrecano danni alle produzioni agricole, tipicamente il cinghiale.

Ma leventuale  rafforzamento dei questi interventi deve passare attraverso un incremento degli organici di quegli agenti delle Province e delle Città Metropolitane che sono istituzionalmente destinati ai compiti di vigilanza ittico-venatoria e di controllo faunistico.

Dopo il susseguirsi, nella scorsa legislatura,  di norme confuse e contraddittorie (Legge “Delrio 56/2014, riforma “Madia” 124/2015, legge di Bilancio 2015)  il personale delle Polizie Provinciali  è stato duramente coinvolto  dai tagli dei bilanci agli Enti di area vasta, da un lungo blocco del turnover e da una quota di mobilità  forzata verso altre pubbliche amministrazioni, passando da 2.700 effettivi a circa 1.900 nel giro di cinque anni.

Tuttavia l’emendamento n. 3.0.76 presentato da alcuni senatori di maggioranza al testo del disegno di legge di conversione del decreto legge “Semplificazioni”  n. 135/2018, che estende tali compiti a privati cittadini in possesso di licenza venatoria, non è una soluzione tecnicamente accettabile, poiché l’impiego di fucili e carabine in aree delicate, come quelle attigue ad abitazioni, infrastrutture viarie e luoghi di lavoro, richiede il ruolo professionale e primario (se non esclusivo) di personale di polizia locale specializzato e responsabile, che non può essere surrogato da  chi  potrebbe svolgere tali compiti per mero passatempo.

Se il personale di Polizia Provinciale è divenuto insufficiente, si diano risorse agli Enti di area vasta per bandire nuovi concorsi, spiega l’AIPP (Associazione Italiana Agenti e Ufficiali di Polizia Provinciale).

 

 

L’articolo AIPP: “Privatizzare i compiti tipici dei guardiacaccia pubblici non è la soluzione” proviene da Agenpress.



Source link