CONDIVIDERE


Agenpress – “È sempre più evidente il caos in cui versa il governo Lega-M5S alle prese con il tentativo maldestro di nascondere la verità sui conti pubblici. Da un lato continua la propaganda sulla flat tax, le cui coperture sono irrealizzabili in un bilancio che prevede già l’aumento dell’Iva al 25.2% dal 1° gennaio 2020 e il crollo dall’1%  di Pil fino alla recessione rispetto alle previsioni di dicembre nell’approvazione del bilancio 2019-2021. Al momento, le uniche certezze che emergono sono i 23 mld di Iva da reperire entro fine anno per evitarne un aumento insistenibile e l’ulteriore buco sul 2019 per le previsioni sbagliate che imporranno, inevitabilmente, una manovra correttiva. In questo contesto Salvini continua a raccontare al Paese che inserirà la flat tax, che arricchisce solo i più ricchi, già nel Def 2019. Nel probabile Consiglio dei Ministri di domani andrà in scena l’ennesimo rinvio e l’ennesimo danno di credibilità ad un Paese che, dopo quasi un anno di governo, attende solo certezze sulla politica economica. Il momento della verità sui numeri è arrivato e la propaganda non reggerà la prova del Def”. Così Francesco Boccia, deputato PD, oggi a Milano per una serie di incontri sull’economia digitale.

L’articolo Def. Boccia. Flat tax. Aumenti Iva e recessione impongono verità. Paese stanco della propaganda proviene da Agenpress.



Source link