CONDIVIDERE


Acto onlus e World Ovarian Cancer Coalition insieme per accendere l’attenzione sulla più grave neoplasia ginecologica che interessa 760mila donne nel mondo e 50mila in Italia Informazione, prevenzione e benessere al centro degli eventi in Italia


Agenpress. L’8 maggio 2019, 140 associazioni pazienti di 50 Paesi celebrano la Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico, per accendere i riflettori sulla neoplasia ginecologica più pericolosa che solo 6 donne su 10 conoscono e per la quale non esiste ancora alcuna forma di prevenzione o di diagnosi precoce. Nel mondo ogni anno 295mila donne ricevono una diagnosi di tumore ovarico, 760mila donne convivono con la malattia e 184mila sono i decessi/anno.

“In Italia i numeri raccontano una realtà fatta di 50mila pazienti, 5.200 nuove diagnosi anno e, negli stadi avanzati, un indice di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi che non supera il 40% , contro l’80% di sopravvivenza a 5 anni per tumore al seno – ha dichiarato Nicoletta Cerana, presidente nazionale di Acto – Alleanza contro il Tumore Ovarico, la prima e unica rete italiana di associazioni pazienti con tumore ovarico presente in Piemonte, Lombardia, Lazio, Campania e Puglia.

Promossa dalla World Ovarian Cancer Coalition, la Giornata ha coinvolto finora più di un milione di persone attraverso campagne di sensibilizzazione e informazione condotte principalmente sui social media.

“Acto è stata tra i fondatori della Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico che rappresenta il momento più importante di informazione e condivisione di esperienze per le pazienti, i loro familiari e caregivers.  Tutte le Acto a Maggio si mobiliteranno con eventi, incontri e dibattiti per testimoniare il legame indissolubile che ci unisce a tutte le donne del mondo e per fare in modo che possano difendersi da questa grave neoplasia conoscendola meglio visto che purtroppo non possiamo contare su nessun strumento di prevenzione o diagnosi precoce.” 

L’informazione sarà quindi la protagonista delle iniziative promosse sul territorio che sono state presentate nel corso di una conferenza stampa realizzata con il supporto non condizionato di Clovis Oncology, azienda biofarmaceutica interamente impegnata nella ricerca di soluzioni terapeutiche contro il cancro con terapie target e medicina di precisione.

Acto Piemonte: un 8 maggio dedicato a “Tumore Ovarico e BRCA: cambiare il futuro si può”

Si parte con Acto Piemonte che ospiterà al Sant’Anna di Torino un importante convegno scientifico dedicato a “Tumore ovarico e BRCA: cambiare il futuro si può”. Si parlerà dei nuovi orizzonti della diagnostica e della chirurgia, dei nuovi algoritmi terapeutici e di immunoncologia con 50 tra i maggiori esperti di questa patologia in Italia. Ma si parlerà anche di genetica e tumori eredo-familiari affrontando insieme agli specialisti e alle associazioni pazienti il tema delle cure personalizzate per le pazienti con tumore BRCA mutato e quello dei percorsi di sorveglianza per le donne sane ad alto rischio di tumore ovarico ereditario. Una speciale sessione parallela del pomeriggio sarà dedicata alle pazienti, per chiarire i vari aspetti del test BRCA per le donne malate e per i familiari sani, con una sessione “L’esperto risponde” e un momento di confronto tra esperti e pubblico.

Acto Lombardia: ritorna l’8 Maggio la Giornata di Prevenzione al San Gerardo di Monza assieme a “MercActo”, mercatino benefico a sostegno delle iniziative dell’Associazione

Con il patrocinio di Acto Lombardia, martedì 8 maggio l’Ambulatorio di Ginecologia del San Gerardo di Monza offre, per il terzo anno consecutivo, visita ginecologica ed ecografia transvaginale gratuite (previa prenotazione e fino ad esaurimento posti) a tutte le donne lombarde che vogliano avvicinarsi a questo centro di eccellenza per il trattamento del tumore ovarico e per la gestione dei percorsi di sorveglianza per le donne ad alto rischio ereditario. Inoltre, al desk Acto Lombardia, allestito presso l’Ospedale, verrà allestito “MercActo”, il mercatino benefico che l’Associazione organizza per raccogliere fondi da destinare alle attività a sostegno delle pazienti. Verrà distribuito gratuitamente materiale informativo sulla malattia dalle volontarie Acto che saranno a disposizione per raccontare obiettivi e iniziative dell’associazione. Inoltre, per il 29 maggio, è in fase di organizzazione un incontro presso l’ospedale San Gerardo dedicato alle pazienti e ai loro familiari, organizzato in partnership con Salute Donna e Cascina Rosa, su temi  rilevanti quali l’alimentazione, la genetica e la psico-oncologia.

Acto Campania: una Giornata Mondiale tra medicina, arte e natura e benessere

Per tutto il mese di maggio, esattamente il 6, 15, 20 e 27, all’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino si snoderà tra arte, cinema e cure di bellezza, il percorso “Benessere in corsia” che Acto Campania ha ideato per regalare momenti di leggerezza alle pazienti nel corso di  percorsi terapeutici difficili.

Il 17 maggio l’Associazione incontra poi medici e pazienti nell’Aula Magna dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Al centro dell’incontro le problematiche   dei percorsi diagnostico terapeutici per i tumori ereditari che sono stati approvati dalla Regione Campania e che devono trovare concreta applicazione negli ospedali della Regione.  Tra gli argomenti anche i trattamenti chirurgici e medici di ultimissima generazione. L’incontro si rivolge a medici di famiglia, ginecologi, oncologi, genetisti, pazienti e caregivers con l’obiettivo di aumentare la conoscenza della malattia ed evidenziare gli aspetti critici del percorso di cura alfine di migliorarlo.

A seguire il 18 maggio Acto Campania propone “Il coraggio delle donne: tra i capolavori di Capodimonte e la passeggiata nel Bosco”, un percorso di benessere psicofisico che unisce la camminata nell’incontaminata area verde del Real Bosco di Capodimonte alla visita delle splendide opere d’arte ospitate dal Museo.

 Acto Bari: maggio si chiude in bellezza alla Casa delle Donne

Per la 7ma edizione della Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico Acto Bari si prenderà cura delle pazienti con due iniziative che si terranno alla Casa delle Donne di Bari, voluta da Adele Leone, presidente di Acto Bari, per offrire a tutte le donne con neoplasia le terapie complementari utili per migliorare in modo significativo la loro qualità di vita. 

Il 14 maggio si terrà un incontro con la nutrizionista sulla alimentazione corretta, con una sessione riservata alle domande delle pazienti.

A fine mese, dal 27 al 31 maggio, avrà luogo “Dedicati”, un’intera settimana di trattamenti estetici e lezioni di stile riservate alle pazienti di ginecologia oncologica. Con “Dedicati”, Acto vuole invitare le donne colpite da tumore ovarico a prendersi cura di sé, del proprio corpo e della propria bellezza per affrontare al meglio le terapie: perché recuperare un rapporto positivo con l’immagine di sé rende più forti.

Promossa con il supporto di Tesaro e con la collaborazione di APEO (Associazione dei professionisti di estetica oncologica), della Casa della Parrucca di Bari e di Beyouty Lookmaker by Isabella Ragone, la settimana prevede sedute individuali di trattamenti viso, massaggi cervicali, manicure, pedicure, insieme a lezioni di stile e abbigliamento.

L’articolo Le voci di tutte le donne si uniscono nella Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico proviene da Agenpress.



Source link