CONDIVIDI


Agenpress. “Il canone Rai è una tassa ingiusta e come tale va abolita senza se e senza ma”. Maria Laura Paxia, esponente grillina e membro della commissione di Vigilanza, spiega così l’idea di abolire il canone Rai – avanzata in una proposta di legge di cui è prima firmataria.

“Il canone Rai fu istituito nel 1938 dal governo di Benito Mussolini. Inizialmente la tassa fu voluta per finanziare la propaganda del regime fascista. Comprendiamo dunque quanto il canone sia anacronistico rispetto i nostri tempi”.

“La mia proposta – continua la deputata – modifica i limiti di affollamento pubblicitari equiparandoli a quelli delle televisioni private”. “È giusto che la Rai si adegui e inizi ad essere competitiva”, conclude Paxia.

L’articolo Maria Laura Paxia (M5s): “Il canone Rai è una tassa ingiusta e come tale va abolita senza se e senza ma” proviene da Agenpress.



Source link