CONDIVIDI


Agenpress – “Non vediamo ragione per cambiare testo”, ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno. “Il dibattito è in corso, oggi faremo un altro passo importante e poi aggiusteremo le necessità di dibattito che sono presenti” nei nostri Paesi, ha aggiunto, annunciando che la firma del nuovo Trattato avverrà “ad inizio del prossimo anno”. Secondo quanto si apprende, infatti, dopo l’accordo in Eurogruppo e all’Eurosummit serve tempo ulteriore, circa un paio di mesi, per tradurre i testi nelle diverse lingue.


“La posizione del governo italiano sarà espressa dal ministro Gualtieri, quanto ai cambiamenti del trattato Mes che sono stati in linea generale e non in tutti i dettagli già concordati a giugno, penso non penalizzino nessuno e quindi non penalizzino neanche l’Italia”, ha detto  il commissario all’Economia Paolo Gentiloni, spiegando  che “si tratta di introdurre nel sistema un nuovo ombrello protettivo aggiuntivo in caso di crisi bancaria di un livello particolarmente acuto: non vedo perché debba penalizzare alcuni Paesi e non capisco perché dovrebbe danneggiare l’Italia”.

L’articolo Mes. Centeno. Non c’è ragione per cambiare il testo. Gentiloni: non penalizza nessun Paese proviene da Agenpress.



Source link