CONDIVIDI


AgenPress –  “Abbiamo urgente bisogno di un accordo globale sul pacchetto” sul quadro finanziario pluriennale Ue e il Recovery Fund, ma le trattative procedono “troppo lentamente” e così “corriamo il rischio di ritardare anche il Recovery Fund”.

Lo dice l’ambasciatore tedesco presso la Ue, Michael Clauss, in una nota in cui fa appello ad “aumentare notevolmente il ritmo dei negoziati” in corso tra il Consiglio Ue e il Parlamento Ue.

La Germania, che detiene la presidenza semestrale dell’Ue, “presenterà presto una proposta” sul meccanismo per lo stato di diritto che “seguirà da vicino la decisione del Consiglio europeo” lo scorso luglio, riferisce Clauss. “L’obiettivo  è proteggere il bilancio dell’Ue e, per la prima volta, sanzionare le violazioni dello Stato di diritto nell’uso dei fondi di bilancio”.

Il bilancio comunitario per il 2021-2027 e il Recovery Fund “sono politicamente e tecnicamente inseparabili” e “il tempo stringe. L’Europa deve mantenere la sua parola”, avverte Clauss, evidenziando come i nodi si concentrino principalmente nelle trattative sul bilancio Ue. In particolare, l’ambasciatore riferisce che la spaccatura più importante è sulla condizionalità legata al rispetto dello stato di diritto, mentre sull’introduzione di nuove risorse proprie dell’Ue le parti sono “già vicine”.

L’articolo Recovery fund. Clauss (Germania), le trattative procedono “troppo lentamente” proviene da Agenpress.



Source link