Ddl Zan, Zan: “bene Draghi a ribadire che non viviamo in uno Stato confessionale” 

Roma, 26 giugno 2021 – “La nota della diplomazia Vaticana ha rappresentato una invasione di campo senza precedenti, le critiche sono tutte legittime e anche durante l’approvazione la Cei non ha mai rinunciato, giustamente, a esprimere le proprie osservazioni e critiche, ed è sempre stato un elemento di arricchimento del dibattito. Ma arrivare addirittura a usare la diplomazia fra Stati per intervenire su una legge non ancora approvata è una cosa abnorme, il Parlamento deve essere libero e autonomo.

Ha fatto molto bene Draghi a ribadire che lo Stato è laico e che non viviamo in uno Stato confessionale”. Lo ha detto  Alessandro Zan, deputato del Partito Democratico, durante un diretta Facebook, parlando del Ddl che porta il suo nome.

Articoli Correlati

Seguimi su:

1,120FansMi piace
116FollowerSegui

Ultimi Inserimenti