L’analisi di Roberto Napoletano. Mettere in moto il Mezzogiorno fa correre l’Italia e l’Europa 

Riflessioni ferragostane/Orgoglio Italia per cambiare il Paese e l’Europa 
di Roberto Napoletano, Direttore del Quotidiano del Sud – l’Altravoce dell’Italia
Questo Paese è stato e continua a essere in balìa da troppo tempo di gente che vive tra complotti, trame, ricostruzioni fantasiose e compiaciuta esposizione di tutto ciò che non va e, cosa ancora più grave, non potrà mai andare almeno a loro modo di vedere.
Da venti anni il Paese degrada inesorabilmente sotto la coperta di un racconto romanzato della vita politica italiana che non rinuncia al gusto insopprimibile di retroscenare qualsiasi situazione, inabissandosi allegramente nelle mille curve del mondo dell’irrealtà. Dove si discute di tutto meno che delle due Italie misurate da un reddito pro capite che è l’uno la metà dell’altro. Dove si discute di tutto meno che dei posti di lavoro a rischio che sono cinque milioni e delimitano di certo il cratere sociale più esplosivo dell’intera Europa. Dove si fa finta di ignorare che si paga il conto come tutti del nuovo ’29 mondiale, ma in misura infinitamente superiore si paga il conto della crisi strutturale esclusivamente italiana che è frutto del paradigma malato del dibattito della pubblica opinione che fortifica nella propaganda i partiti del nulla declamatorio e rinvia il confronto con la realtà di chi i problemi li vuole/deve risolvere.

Articoli Correlati

Seguimi su:

1,120FansMi piace
116FollowerSegui

Ultimi Inserimenti